MANN presente a Futuro Remoto a Città della Scienza.

0
155

Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli parteciperà alla 33esima edizione di “Futuro Remoto”, che quest’anno avrà come filo conduttore “Essere 4.0. Storie di rivoluzioni, scienza e tecnologia, da Leonardo da Vinci ad oggi”: nella Sezione Mostre di Città della Scienza, dal 21 novembre sino al prossimo 12 gennaio, sarà possibile ripercorrere i contenuti dell’esposizione “MANN on the moon”, presentata all’Archeologico dal 18 luglio al 30 settembre scorso.

Per l’importante manifestazione, ospitata nel Science Centre di Bagnoli, la mostra sui cinquant’anni dall’allunaggio sarà riproposta in chiave smart e, naturalmente, tecnologica: se i pannelli introduttivi offriranno  un’overview sui principali temi di “MANN on the moon”, tra storia contemporanea, valorizzazione del patrimonio archeologico legato all’iconografia lunare e scienza antica, saranno i video a creare un percorso parallelo a quello già proposto all’Archeologico.

Tre i particolari prodotti multimediali, che saranno presentati al pubblico di Città della Scienza: il filmato, realizzato dalla MANN Tv per ripercorrere le sezioni, ammirare le opere e rivivere l’allestimento  dell’esposizione “MANN on the Moon”; il suggestivo video su fasi e calendari lunari, costruito per raccontare “Il cielo sopra il MANN” e curato dalla prof. Alessandra Pagliano con il suo staff di ricerca  (Dipartimento di Architettura dell’Ateneo Federiciano).

Le musiche di Antonio Fresa accompagnano le immagini; le fotografie ed i filmati storici della NASA, con le emozionanti ed indimenticabili immagini dello sbarco sulla luna.

Completerà il percorso espositivo di Città della Scienza la riproduzione del Menologium rusticum, un particolarissimo parallelepipedo del I sec. d.C. (appartenente alla Collezione Farnese), che riportava, per ogni mese, il numero dei giorni, definendo la durata delle ore di luce e della notte, le fasi lunari, l’elenco delle divinità celebrate, le feste religiose. (ANSA)

 

L’esposizione “MANN on the moon” è stata curata da Paolo Giulierini, Laura Forte e Maria Lucia Giacco, in collaborazione con Alessandra Pagliano.
La mostra, anche nella sua riproposizione multimediale a Città della Scienza, rientra nel piano di valorizzazione promosso dal progetto universitario Obvia- Out of boundaries viral art dissemination (referente: Daniela Savy/Università degli Studi di Napoli “Federico II”).

 

Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here