Universiadi, tirocini formativi per gli studenti della Federico II. Glory, l’inno ufficiale. Consegnati i canestri a Palabarbuto e Palavignola. Presenza al Golden Gala di atletica dedicato a Mennea.

0
924
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Il Comitato Organizzatore della 30^ Summer Universiade Napoli 2019 offre agli studenti dell’Università degli Studi di Napoli Federico II l’opportunità di prendere parte alla manifestazione multidisciplinare internazionale attraverso l’attivazione di tirocini formativi.

Diverse le opportunità nelle aree funzionali e nelle attività in programma per la realizzazione dell’Universiade, da accrediti e tecnologia a front office/infodesk nei villaggi e negli impianti sportivi, dall’accoglienza alla gestione di eventi e cerimonie, dal protocollo e relazioni internazionali ai trasporti. Due le fasi di attività previste, quelle formative, che si svolgeranno negli uffici della Struttura Commissariale alla Mostra d’Oltremare, e quelle operative, sotto la supervisione e il coordinamento dei manager dell’area funzionale durante l’evento, negli impianti dell’Universiade.

L’impegno richiesto andrà indicativamente da metà giugno a fine luglio. Oltre al riconoscimento dei crediti formativi universitari stabiliti dai corsi di studio, è previsto un rimborso spese di 500 euro mensili e un attestato finale di partecipazione. Le candidature devono essere inviate entro le 24 di martedì 18 giugno 2019 all’indirizzo mail infoeventi@unina.it. I colloqui inizieranno venerdì 7 giugno e proseguiranno fino ad esaurimento dei posti disponibili.

“Senti il calore che scalda la terra, questa è energia vulcanica. Bandiere al cielo, comincia la festa, ho il cuore in gola già che scalpita. Cerca la gloria, nella vittoria e poi Partenope ti premierà…”. Sono i primi versi delle note che hanno accompagnato la cerimonia inaugurale di accensione della Torcia della 30^ Summer Universiade Napoli 2019, ieri a Torino, prima tappa di un percorso che vedrà la Torcia fare il suo ingresso a Napoli il 2 luglio.

“Glory” è il titolo del brano – che alterna inglese e napoletano, pop e rap – scritto da Stefano Gargiulo, trentottenne compositore di Napoli. “Vivo di musica e fortunatamente lavoro di questa passione. Spesso ho raccontato tramite la mia musica, la Napoli genuina. Riuscendo ad arrivare in America, Portogallo, Parigi, Spagna ed altre città, con riconoscimenti e premi vari – racconta emozionato Gargiulo. “Quando seppi dell’Universiade a Napoli, ho provato a scrivere una canzone. Così ho contattato la Dottoressa AnnaPaola Voto del Comitato Organizzatore ed è nata subito un’intesa artistica. Ho coinvolto nel progetto i miei amici per le voci, “Andrea Cavallaro” – “Marta Carbone“ – “Gaia Lena Cota” – “Rapper Giovanni Marigliano in arte Joe Mallo” – “Consiglia Morone” – “Alessandro Romano” – “Alfredo D’Ecclesiis”. Abbiamo concepito il jingle dell’Universiade Napoli 2019 nella stanza di casa mia a Capodimonte. Una volta ultimata la canzone, dall’energia ed il sound del brano, il titolo è nato spontaneo: “Glory”.

Glory farà da sottofondo anche alla prossima tappa, Losanna, dove la torcia arriverà domani giovedì 6 giugno, per rendere omaggio alla città che ospita il quartier generale della FISU.

Nell’anno dell’Universiade estiva in Italia, in programma a Napoli e in Campania dal 3 al 14 luglio, il Comitato Organizzatore, con il Commissario Straordinario Gianluca Basile, sarà presente alla 39^ edizione del Golden Gala ‘Pietro Mennea’ allo Stadio Olimpico di Roma per la IV tappa della IAAF Diamond League 2019, che vedrà, a partire dalle 19.30, in pista i grandi nomi dell’atletica mondiale.

Sui video wall dell’Olimpico e sui led a bordo campo, le immagini delle 18 discipline iscritte alla XXX Summer Universiade, tra cui l’atletica, ricorderanno al pubblico, a meno di un mese dall’evento, il grande appuntamento dello sport universitario mondiale, con circa 8000 atleti partecipanti provenienti da 127 Paesi.

A ricordare Pietro Mennea, a cui dal 2013 è intitolato il Golden Gala, sarà anche l’Universiade Napoli 2019, che ha intitolato la manifestazione alla ‘freccia del Sud’, nel quarantennale dello storico record del mondo sui 200 metri realizzato dallo sprinter italiano nell’edizione dei Giochi universitari di Città del Messico.

L’Universiade si avvicina e il materiale tecnico è già arrivato ed è stato installato in alcuni degli impianti. Sono stati consegnati i canestri da basket al PalaBarbuto di Napoli, che ospiterà il torneo maschile, al via il 3 luglio, con le finali in programma l’11 luglio. Sono arrivati nuovi canestri anche al PalaVignola di Caserta, in cui si terranno gli allenamenti delle nazionali di pallacanestro. Il PalaBarbuto sarà testimone della seconda partita dell’Italia, il 4 luglio con la Norvegia e anche della terza, il 6 luglio, con la Germania. Sul parquet del PalaBarbuto giocherà anche la nazionale statunitense, principale favorita per la medaglia d’oro, con i migliori talenti provenienti dalla pallacanestro collegiale. Intanto, in vista della conclusione dei lavori, i venue manager sono entrati in tutti gli impianti allestiti per le competizioni, tranne in quelli provvisori, all’interno della Mostra d’Oltremare, con l’accesso che sarà disponibile al termine della Fiera della Casa.

LASCIA UN COMMENTO