Dalla domotica all’illuminazione: come proteggere la propria casa quando si parte

0
376
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Estate, tempo di vacanze: c’è chi ha solo qualche giorno o chi ha più settimane a disposizione, sono tutti pronti a lasciare le proprie case e le proprie città per raggiungere il posto dei sogni dove rilassarsi senza pensieri. Ma c’è sempre una preoccupazione che mettiamo in valigia: la paura di lasciare incustodite le mura domestiche e di trovare una brutta sorpresa al ritorno.

La tecnologia aiuta a proteggere le nostre case
Oggi la tecnologia gioca un ruolo fondamentale nelle nostre vite e le facilita sotto molti aspetti. Negli ultimi anni la domotica, una parte specifica dell’informatica, si è specializzata nella massimizzazione del comfort e della sicurezza delle case, integrando le novità tecnologiche agli elementi già presenti in casa come cancelli e allarmi antifurto, creando delle abitazioni che oltre ad essere intelligenti hanno anche ottime difese contro le minacce esterne.

Con la domotica è possibile infatti controllare, anche da lontano, gli impianti e i sistemi dal proprio smartphone o da qualsiasi dispositivo che abbia la possibilità di connettersi alla rete e, dunque, alla casa. Ci sono vari livelli di protezione e di controllo, dall’illuminazione alla gestione generale degli impianti di videosorveglianza e di allarme.

Consigli prima di partire.
Prima di partire per un viaggio, dunque, è bene correre ai ripari. Se antifurti e tecnologia sembrano non bastare mai, un’altra buona idea è quella di tutelarsi stipulando un’assicurazione per proteggere la casa con una compagnia affidabile, ad esempio. In questo modo ci si può mettere al riparo dai danni economici di un furto in casa.

Inoltre si può seguire qualche altro piccolo consiglio per proteggere i propri beni mentre siamo lontani:

  • Porte e finestre. Muri alti e recinzioni possono non essere abbastanza. Bisogna quindi migliorare le serrature e le porte d’ingresso con sistemi di blindatura.
  • Se la porta di casa è distante dall’ingresso nella proprietà (se si ha ad esempio un giardino) è utile istallare un videocitofono, così da sapere sempre chi suona.
  • Buona illuminazione. Bisogna istallare un’illuminazione esterna anche in punti in ciechi dell’abitazione così da non avere finestre o punti vulnerabili. Una buona idea è mettere delle lampade con dei rilevatori sensibili al movimento, assicurandosi che queste non siano facilmente raggiungibili da eventuali ladri. Se si parte regolarmente è bene avvalersi di timer luminosi per le luci che ci sono all’interno delle stanze, così che i vari dispositivi possano entrare in funzione per pochi minuti al giorno dando l’idea che ci sia qualcuno in casa.
  • Conservare i gioielli. Tutto ciò che è di valore è meglio nasconderlo. I posti meno indicati sono gli armadi o nei cassetti facilmente raggiungibili a chiunque. È meglio nasconderli in parti alte non visibili senza dimenticare dove sono stati messi.

Sospendere gli abbonamenti. Quando si parte in vacanza, la mancata presenza comporta ovviamente l’accumulo di posta e riviste nella cassetta o davanti la porta. È bene sospendere gli abbonamenti o, se avete un buon rapporto col vicinato, chiedere di raccogliere la vostra posta in quei giorni.

LASCIA UN COMMENTO