Violenza sulle donne, flash mob al Cardarelli.

0
487

Per dire no alla violenza di genere e per ricordare le donne che ne sono state vittime, e che purtroppo ancora oggi continuano ad esserlo, gli studenti infermieri del polo didattico del Cardarelli hanno dato vita aduna serie di eventi dall’alto valore simbolico. Dopo un partecipatissimo flash mob, nel padiglione che ospita gli uffici della direzione generale si sono susseguiti dei reading e momenti in musica.

Momenti di puro spettacolo che, come sottolinea il direttore generale Giuseppe Longo «sono importantissimi per lanciare un messaggio chiaro e forte di partecipazione. Il nostro scopo – aggiunge Longo – è quello di essere sempre al fianco delle donne vittime di violenza, ma anche di far comprendere alle nuove generazioni l’importanza di questo tema». L’evento di oggi, voluto è organizzato dalla Direzione strategica aziendale in collaborazione con il Comitato Unico di Garanzia, rappresenta la parte più visibile di un impegno che il Cardarelli porta avanti ormai da anni, a partire dal percorso rosa. Negli ultimi 4 anni sono state più di 800 le donne vittime di violenza di genere che hanno potuto trovare nel pronto soccorso dell’Azienda ospedaliera un’ancora di salvezza. «I nostri medici,infermieri e operatori socio sanitari – ricorda il direttore sanitario Giuseppe Russo – hanno una formazione che consente loro di cogliere i campanelli d’allarme di una possibile violenza. E grazie al percorso rosa riusciamo a garantire alle donne una strada sicura per uscire dall’incubo». All’attività del pronto soccorso, è bene ricordarlo, si affianca anche quella del centro Dafne, ospitato dal Cardarelli e affidato all’esperienza della dottoressa Elvira Reale.

Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here