NapAssistant, il chatbot di Aeroporto di Napoli: grazie all’Intelligenza Artificiale, gestite oltre 3500 conversazioni con i turisti.

0
700
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Sono oltre 3500 le conversazioni gestite in autonomia nei mesi di giugno, luglio e agosto da NapAssistant, l’assistente virtuale realizzato per GESAC – Aeroporto di Napoli da Citel Group, System Integrator che da 20 anni offre soluzioni e servizi innovativi ad aziende ed enti della Pubblica Amministrazione. Tale cifra corrisponde a oltre 40000 messaggi scambiati tra il chatbot e i turisti sui canali Facebook e Webchat nel corso dell’estate, con picchi di 200 conversazioni al giorno e con un totale di oltre 3000 utenti attivi.

NapAssistant è stato il primo chatbot a servizio di uno scalo aeroportuale interamente basato sull’utilizzo di Intelligenza Artificiale e sviluppato per simulare l’interazione umana tra utenti 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Lanciato a febbraio 2018, nel corso dei mesi si è perfettamente integrato nel sistema GESAC e nelle abitudini di turisti e viaggiatori, dimostrandosi particolarmente prezioso durante il periodo estivo appena trascorso.

Tra le principali richieste gestite, le informazioni sui voli in partenza dall’hub (il 70%) – le mete più ricercate sono Milano, seguita da Bergamo, Londra e Torino –  e sulle principali attrazioni turistiche a Napoli e  sui punti vendita presenti all’interno dello scalo.

Le avanzate funzionalità del servizio offerto hanno portato a un significativo miglioramento della customer experience dei viaggiatori e alla promozione del turismo locale. Nel 2018,  GESAC ha vinto il Premio Nazionale per l’Innovazione nei Servizi 2018 di Confcommercio per la categoria “Innovazione nel turismo”, il più importante riconoscimento italiano dedicato all’innovazione.

Grazie alle competenze in ambito AI di Citel Group, il chatbot è in continua evoluzione, per supportare al meglio gli utenti che vedono nella digitalizzazione un modo per avere un servizio di qualità, risparmiando tempo prezioso; da oggi infatti, la ricerca di informazioni diventa ancora più rapida, con l’integrazione dell’ecosistema Google Assistant e a breve con quello di Alexa. Utilizzando le keyword: “parla con Aeroporto di Napoli” sarà possibile connettersi con NapAssistant e reperire informazioni sullo stato dei voli, i servizi di mobilità e molto altro ancora. Si tratta di un ulteriore record per il chatbot dell’Aeroporto di Napoli: è infatti il primo scalo a offrire un’assistente virtuale fruibile attraverso i più noti smart speaker.

Proprio grazie all’AI, NapAssistant è in grado di gestire sia richieste scritte che vocali, sia in italiano che in inglese, fornendo ai viaggiatori informazioni su voli, attrazioni turistiche, così come sulle norme di sicurezza e i controlli dell’aeroporto. Un vero e proprio tourist assistant, che non solo assiste i viaggiatori durante il transito aeroportuale, ma li accompagna alla scoperta della città, tramite ricerca e geolocalizzazione.

“Il chatbot realizzato da Citel Group continua a distinguersi per la rapidità e l’accuratezza delle informazioni fornite”, ha commentato Valerio D’Angelo, Amministratore Delegato di Citel Group. “I dati rilevati negli ultimi mesi confermano la soddisfazione dei passeggeri che transitano dall’hub campano, motivandoci a sviluppare ulteriormente il livello della nostra offerta in termini di Intelligenza Artificiale e di chatbot conversazionali. Siamo orgogliosi di aver sviluppato un servizio così prezioso per la promozione del turismo campano e di aver reso l’Aeroporto di Napoli  il primo scalo in grado di offrire ai propri visitatori un chatbot integrato con le principali piattaforme conversazionali”.

Citel Group è il punto di riferimento nazionale nei settori dell’Intelligenza Artificiale, della System Integration e della Quality Assurance. Da oltre quindici anni offre soluzioni e servizi innovativi a medie e grandi aziende e agli enti della Pubblica Amministrazione, accompagnandoli e supportandoli nel processo della trasformazione digitale. Con headquarters a Napoli, sedi a Milano, Roma, Genova, Sao Paulo e Rio de Janeiro, conta 10 milioni di fatturato tra Italia e Brasile, grazie all’impiego di oltre 160 professionisti. La qualità delle soluzioni e dei servizi offerti hanno permesso al Gruppo di ottenere più di 100 certificazioni di processo e di prodotto.

LASCIA UN COMMENTO